Home NEWS Letta: instabilità politica costa 1,5 miliardi.

Letta: instabilità politica costa 1,5 miliardi.

190
0

Letta ieri, nell’ennesimo giorno di «ressa politica», per la decadenza di B. (“che è tempo sottratto ai provvedimenti urgenti per fronteggiare la grande crisi economica”) ha dichiarato “che la caduta del governo causerà un danno di circa 1 miliardi e mezzo di euro”.

Letta ha spiegato che l’andamento dello spread, di nuovo in risalita, porterà inevitabilmente a maggiori interessi sul debito pubblico, attualmente pari a circa 85 miliardi l’anno.

Dobbiamo plaudire il Presidente del Consiglio Enrico Letta,  che ha saputo “non reagire in maniera scomposta” alle tante critiche ricevute, sia dal PDL che dai malpancisti del PD.

Davvero una “fibra epatobiliare invidiabile”, leader di un governo “scalcinato”, frutto di una legge elettorale votata e voluta proprio per ottenere questi risultati: instabilità politica, situazione di ingovernabilità, cooptazione dall’alto dei parlamentari (e non dai bassi fondi popolari), mischiaticcia di potere politico che interviene sul potere giudiziario.

Al di là delle sentenze, della giunta per la decadenza, dei ricorsi a Strasburgo, o  in “Scandinavia”, il nostro Paese non può... anzi noi italiani non possiamo, tutti … sia piediellini, democratici, grillini, anarchici, mussoliniani o stalinisti, RIMANERE OSTAGGIO DI UN SOLO UOMO PER I SUOI PROBLEMI, dei quali onestamente non ce ne “FREGA” nulla, rispetto alle nostre piccole economie familiari ─ se non per le sceneggiate di qualche salotto serale ─ con degustazione di risse da bar portuali.

Sono vent’anni che aspettiamo “una vera destra capitalista moderata”,  capace di cambiare il Paese, mentre in realtà è stato cambiato solo il corso della vita politica e giudiziaria “di un solo uomo”, che con i suoi problemi ─ dei quali ripetiamo non ce ne può fregare di meno ─ indipendentemente SE A TORTO O RAGIONE.

L’importante è  “non cercare di risolvere i problemi di un Paese, attraverso provvedimenti che vadano bene anche per questa persona”.

Imoltre nessuno crede che la strana alleanza sia per il bene del Paese.

Se PD E PDL stanno insieme ci sarà un perchê? Non certamente per il bene degli italiani! E il fango che si buttano in faccia fra di loro è pura propaganda per mantenere i rispettivi elettorati, che non sanno il vero motivo della strana alleanza.

Sicuro di credere in un capitalismo sano, fatto da una destra vera, “non di proprietà”, prego si faccia da parte.

Visited 5 times, 1 visit(s) today

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here