Home rimborso Rimborso del vitto su App mobile, concorre alla formazione del reddito

Rimborso del vitto su App mobile, concorre alla formazione del reddito

2
0

L’indennità sostitutiva di mensa corrisposta dalle società ai propri dipendenti tramite un’applicazione per smartphone commercializzata in Italia dalla società istante ai fini Irpef concorre integralmente alla determinazione del reddito di lavoro dipendente del percettore. Per far valere l’esclusione dalla determinazione del reddito fino all’importo di 5,29 euro, prevista dal comma 2, lettera c), dell’articolo 51 del Tuir, è necessario che l’erogazione sia rivolta alla generalità dei dipendenti o a categorie omogenee di essi e che ricorrano determinate condizioni, cioè che le indennità di vitto siano corrisposte agli addetti ai cantieri edili, ad altre strutture lavorative a carattere temporaneo o a unità produttive ubicate in zone prive di strutture di ristorazione.

È il contenuto della risposta n. 122 del 24 aprile 2020 dell’Agenzia delle entrate alla società ideatrice della app aziendale, con la quale, attraverso un apposito portale e un’applicazione mobile, i datori di lavoro possono erogare l’indennità sostitutiva di mensa ai dipendenti previa trasmissione da parte di questi ultimi della foto del documento commerciale comprovante la spesa giornaliera sostenuta per il vitto.
Costo ai fini Irpef
L’Agenzia ai fini Irpef ricorda che in base all’articolo 51,  » Read More

(Visited 2 times, 1 visits today)