Home assetto Nuovo assetto societario nel 2019: per la dichiarazione vale il precedente

Nuovo assetto societario nel 2019: per la dichiarazione vale il precedente

3
0

Dal 21 ottobre 2019 il socio d’opera di una società diventa socio di capitali e, di conseguenza, cambiano le quote di partecipazione agli utili e alle perdite da parte dei componenti. L’Agenzia delle entrate, con la risposta n. 116/E del 23 aprile 2020 chiarisce che in sede di dichiarazione dei redditi 2019 l’imputazione degli utili deve avvenire in base alla conformazione della compagine ante trasformazione.

L’interpello spiega che, in seguito alla cessione di quote societarie da parte di due soci di capitale a favore del socio d’opera, quest’ultimo è diventato socio di capitale a tutti gli effetti. La trasformazione ha comportato una variazione delle quote di partecipazione agli utili e alle perdite dei singoli componenti. Per dar vita alla nuova formazione, con atto del 21 ottobre 2019, è stato modificato il precedente statuto societario siglato il 14 aprile 2014.

Illustrati i presupposti della vicenda, l’istante mette a confronto le quote di capitale, gli utili e le perdite “ante” e “post” acquisizione della qualifica di socio di capitale da parte del socio d’opera. In particolare, secondo la precedente distribuzione, al nuovo arrivato spettavano il 45% dei dividendi e il 31% delle perdite, contro il 33,33% degli utili e delle perdite dell’attuale compagine: in pratica un terzo del totale come prevede il regime della trasparenza fiscale delle società di capitali.  » Read More

(Visited 3 times, 1 visits today)