Home L'allarme L’allarme dei negozi di abbigliamento, a rischio 35.000 posti di lavoro

L’allarme dei negozi di abbigliamento, a rischio 35.000 posti di lavoro

3
0

“Questa sembra la cronaca di una morte annunciata. Abbiamo bisogno di ripartire il prima possibile per far fronte alle necessità di cassa di un settore che vive sulla stagionalità. Questo ulteriore slittamento creerà un danno irreparabile: un prevedibile calo di consumi per il 2020 di oltre 15 miliardi di euro che porterà almeno 17 mila punti vendita ad arrendersi, con una perdita di occupazione di oltre 35 mila persone”. Lo afferma in una noa il presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio, Renato Borghi, commentando le misure per la Fase 2 annunciate dal governo.

“Le aziende del settore – prosegue Borghi – hanno effettuato gli acquisti dei prodotti della stagione in corso circa 8 mesi fa e avrebbero dovuto essere messi in vendita a partire dal mese di marzo;  » Read More

(Visited 3 times, 1 visits today)