Home Imponibile Imponibile per l’erede non residente la quota di Srl ricevuta in successione

Imponibile per l’erede non residente la quota di Srl ricevuta in successione

1
0

Aliquota del 15% per il dividendo attribuito all’erede iscritta all’Aire e residente in Portogallo, come liquidazione della partecipazione in una Srl italiana appartenuta al defunto padre e ottenuta dalla figlia esercitando il diritto di recesso all’eredità. L’aliquota light, prevista dalla convenzione Italia-Portogallo contro le doppie imposizioni, può essere applicata direttamente dalla società in qualità di sostituto d’imposta in sede di ritenuta ai fini Irpef.
È questo, in sintesi il chiarimento fornito dall’Agenzia delle entrate con la risposta n. 69/2020 a una signora iscritta all’Aire residente in Portogallo.
In particolare, l’istante fa sapere che dopo la morte del padre, tra i beni andati in successione era compresa la quota pari al 60% del capitale sociale di una Srl con sede in Italia, rilevata poi interamente dal fratello. Al riguardo, la sentenza che ha disposto lo scioglimento della comunione ereditaria ha attribuito all’istante un importo pari ai diritti di liquidazione sui 2/9 della quota della Srl liquidata.
Descritto il fatto, la signora chiede se la somma assegnata, una volta percepita, dovrà essere dichiarata, ai fini Irpef, in Italia e, in tal caso, quale sia l’aliquota applicabile e la modalità di versamento.  » Read More

(Visited 1 times, 1 visits today)