2 Ottobre 2020 By redazione 0

Il pagamento degli importi iscritti a ruolo non estingue il giudizio

Il pagamento, da parte del contribuente, delle somme iscritte a ruolo, non può costituire causa di estinzione del giudizio per cessazione della materia del contendere, tenuto conto che il pagamento è avvenuto per evitare l’azione esecutiva del Fisco: è questo il principio ribadito dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 20962, pubblicata ieri, 1° ottobre.
Il caso riguardava una società che aveva impugnato una cartella di pagamento, che, tuttavia, nelle more del giudizio, aveva provveduto a pagare.
La CTP, quindi, dichiarava l’estinzione del giudizio per cessata materia del contendere e la CTR rigettava l’appello proposto dalla società contribuente, la quale, di conseguenza, si trovava costretta a presentare ricorso per cassazione.
Evidenziava infatti la società che il pagamento era intervenuto esclusivamente per evitare provvedimenti espropriativi e non costituiva quindi adempimento spontaneo dell’obbligazione tributaria.
La Corte di Cassazione, ritenendo il ricorso del contribuente fondato,  » Read More

(Visited 1 times, 1 visits today)